L’IDENTITÀ PERDUTA: CHI CI HA RUBATO LA FELICITÀ

Seminario residenziale con SAURO TRONCONI a Badia di Sasso (FC) – 4-5 agosto 2016

Incrementare il libero arbitrio per non diventare schiavi di idee ed emozioni altrui

Quando perdiamo noi stessi nell'illusione di essere qualcuno che non siamo, quando non abbiamo modo di sviluppare le nostre peculiarità di individui per vivere degnamente, perdiamo la nostra vera identità. Quella identità che rappresenta la nostra essenza profonda e che, sola, può condurci ad essere felici. Diviene fondamentale, in questi tempi ansiosi e frenetici, trovare il nostro centro profondo, scoprire la forza interiore generata da una personalità che integra l'immagine interiore e quella esteriore, non certo per sopire le nostre passioni, ma per agire più direttamente in ciò che riteniamo giusto per noi. Questo è un seminario di "maieutica", dove si creano le condizioni individuali per la nascita della propria autoconsapevolezza, ma non si incanala la coscienza verso un dogma (verità indiscutibile), si lascia ad ognuno la responsabilità delle proprie scelte. Solo con la libertà di porsi domande, può sorgere in noi la sapienza.Quando perdiamo noi stessi nell’illusione di essere qualcuno che non siamo, quando non abbiamo modo di sviluppare le nostre peculiarità di individui per vivere degnamente, perdiamo la nostra vera identità. Quella identità che rappresenta la nostra essenza profonda e che, sola, può condurci ad essere felici.
Diviene fondamentale, in questi tempi ansiosi e frenetici, trovare il nostro centro profondo, scoprire la forza interiore generata da una personalità che integra l’immagine interiore e quella esteriore, non certo per sopire le nostre passioni, ma per agire più direttamente in ciò che riteniamo giusto per noi.
Questo è un seminario di “maieutica”,dove si creano le condizioni individuali per la nascita della propria autoconsapevolezza, ma non si incanala la coscienza verso un dogma (verità indiscutibile), si lascia al ricercatore la responsabilità delle proprie scelte. Solo con la libertà di porsi domande, può sorgere in noi la sapienza.

Vai alla pagina del seminario —>

CHE COS’É IL METODO FEUERSTEIN?

Reuven FeuersteinIn che cosa consiste l’approccio Feuerstein? Ce lo spiega Jael Kopciowski, che di  Reuven  Feuerstein è stata discepola e collaboratrice e che usa la metodologia anche nei corsi proposti con Formazione Espande.

In che cosa consiste l’approccio Feuerstein?

Una risposta non certo esauriente ma, quanto meno, indicatrice delle linee generali che lo delineano potrebbe essere:

“Un metodo per il potenziamento delle capacità mentali basato sulla consapevolezza che l’intelligenza non è un fattore predeterminato e stabile ma un elemento passibile di evoluzione. Feuerstein esplicita le condizioni che permettono il potenziamento di tali capacità, fornendo indicazioni riguardanti l’ambiente in cui operare, l’approccio educativo da instaurare e predisponendo esercitazioni pratiche, utili al superamento di eventuali carenze cognitive, agendo contemporaneamente sulla sfera affettivo-emozionale.”

Questa spiegazione, però, non rende pienamente ragione della sua essenza: il metodo Feuerstein è qualche cosa di più: è una filosofia di vita, è uno stimolo ad operare e ad agire seguendo criteri di attualità, praticità, dinamismo ed ottimismo. Ogni individuo è modificabile sul piano cognitivo in quanto l’organismo umano è un sistema aperto, caratterizzato da grande plasticità.

Feuerstein parlando dell’intelligenza, dice: “E’ ora di smettere di misurare ciò che non è misurabile, è ora di potenziare ciò che è potenziabile.”

Continue reading